Social day
  • è cittadinanza attiva.
  • è sporcarsi le mani.
  • è formazione.
  • è volontariato.
  • è raccolta fondi.
  • è fare assieme.
  • è costruire futuro.

22 gennaio 2013 « Torna indietro

La scelta è nostra

I giovani del Social Day pronti a scegliere a quale progetto destinare i fondi del 2013

La scelta è nostra

Il 25 gennaio, alle ore 15, all'Istituto Einaudi di Bassano del Grappa, i delegati e le delegate di tutte le Scuole Superiori della Provincia di Vicenza partecipanti al Social Day 2013 si incontreranno per conoscere, dalla voce delle associazioni protagoniste, i quattro progetti ammessi alla fase di selezione del Bando Social Day 2013. Due progetti riguardano il Brasile: il primo, “Emancipare valorizzando l’ambiente”, presentato dall’Associazione Valigià di Bassano e previsto nelle zone dell'entroterra del nordest brasiliano, coinvolge i giovani degli insediamenti di riforma agraria; il secondo, “Terra, lavoro e speranza in Brasile”, a Maragogi in Alagoas, presentato dall’Associazione Semear a Vida di Bassano, vede protagonisti un gruppo di ragazzi nella realizzazione di veri e propri progetti di piccola imprenditoria. Il terzo progetto s'intitola “Centri di apprendimento ed integrazione familiare e comunitaria”, a nord di Quito, in Ecuador, presentato dall’Associazione ASA di Thiene. Il quarto progetto, infine, “Verso la terra promessa”, è un programma di sostegno allo sviluppo integrale dell'infanzia dell'adolescenza e della gioventù socialmente svantaggiate, coinvolge la Bolivia ed è presentato dall’Associazione Macondo di Bassano.

I giovani delegati avranno poi il compito di presentare i progetti nella propria Scuola e comunicare i due Progetti selezionati da ciascun Istituto entro l’8 febbraio. Il Social Day si conferma quindi vero laboratorio di democrazia partecipata e di responsabilità, contenitore riempito dalle idee, dai talenti, dalle sensibilità e – sempre di più – anche dalle scelte dei ragazzi protagonisti del percorso.

Vedi anche

Countdown

14 aprile 2018
Ti aspettiamo!

Saremo in più di 10.000 ragazzi e ragazze delle scuole elementari, medie e superiori della provincia di Vicenza, Treviso, Padova, Verona, Trento, Pisa, Lodi e Milano.



TOP