Social day
  • è cittadinanza attiva.
  • è sporcarsi le mani.
  • è formazione.
  • è volontariato.
  • è raccolta fondi.
  • è fare assieme.
  • è costruire futuro.

14 gennaio 2015 « Torna indietro

PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Tempo di scegliere: online i video della presentazione dei cinque progetti di cooperazione internazionale.

PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Giovedì 15 gennaio, dalle 15 alle 17, presso l'Aula Magna dell'Istituto Einaudi, sono stati presentati i cinque progetti delle associazioni che hanno partecipato al Bando di finanziamento del Social Day e tra i quali verranno scelti i tre progetti da sostenere quest’anno.

Il 10% della somma che verrà raccolta con la giornata del 18 aprile 2015 sarà consegnato a "Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie". Il restante 90% dei fondi che verranno raccolti nella giornata di Social Day sarà destinato a tre progetti (ciascuno finanziato al 30%) scelti tra i cinque presentati domani.

Ecco qui una breve anticipazione!

1. “CASA GANDHI: creare un’utopia perché la realtà ci sembri impossibile”- Chiapas (Repubblica del Messico)- Associazione Macondo
L’Associazione Macondo collabora dal 2011 con il Centro Educativo Casa Gandhi a San Cristobàl De La Casas, città dello Stato del Chiapas. Il Centro opera nell’ambito dell’educazione integrale con bambini, bambine e adolescenti, in collaborazione con le famiglie del villaggio dov’è inserito. L’obiettivo del progetto è quello di promuovere un’educazione completa dei bambini/e e degli adolescenti centrata su quattro punti fondamentali: il rispetto dell’ambiente, la riappropriazione della propria identità culturale, lo sviluppo di una economia comunitaria sostenibile, l’alfabetizzazione e il potenziamento della formazione personale.
Video della presentazione del progetto

2. "Professional College of Njombe: potenziamento del corso di allevamento di suini”- Tanzania- Cooperativa Antela e Fondazione ACRA- CCS
Il progetto si propone di rispondere al bisogno di intervenire sulla formazione professionale dei giovani per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro, permettendo loro di diventare soggetti attivi nel promuovere i loro diritti e le loro aspirazioni. Una possibilità a loro offerta è il corso di formazione professionale in allevamento di suini, che si intende potenziare attraverso la restrutturazione di spazi, la creazione di una biblioteca tematica e la sperimentazione di nuove modalità sia formative che di allevamento integrato.
Video della presentazione del progetto

3. “Salute ed Istruzione: affinchè il sogno diventi realtà a Koumra”- Ciad- Associazione AMICIAD Onlus
Il progetto intende rispondere a due carenze emerse nel territorio di Koumra: in ambito igienico, la difficoltà di accedere all’acqua e in ambito scolastico, le difficoltà di inserimento a scuola di molti bambini. Gli obiettivi dunque sono quello di favorire l’accesso all’acqua corrente per l’uso nella vita quotidiana e quello di migliorare le possibilità di apprendimento attraverso la creazione di una biblioteca, con una postazione informatica.
Video della presentazione del progetto

4. “Art against poverty: professionalizzazione e promozione dei giovani artisti di Dar Er Salaam e Nairobi”- Tnazania e Kenya- ONG CEFA
Da circa dieci anni il CEFA lavora a Dar Er Salaam e Nairobi con progetti di carattere sociale di formazione professionale, prevenzione, inserimento lavorativo, di promozione dei diritti dei bambini ecc. Il progetto Art Against Poverty si inserisce in quest’ottica e intende promuovere e rafforzare il setttore culturale nella lotta contro la povertà in questi territori. I beneficiari saranno circa 300 giovani artisti delle due città, provenienti da situazioni vulnerabili (es. persone con disabilità, ragazzi di strada).
Video della presentazione del progetto

5. “Ustawi. Una scuola per Idete”- Tanzania- Associazione Dei Due Terzi
Il progetto intende ridurre l’analfabetismo tra gli abitanti del villaggio di Idete attraverso l’avvio di un sistema scolastico primario efficiente ed efficace, attraverso la costruzione di una scuola primaria e migliorare le condizioni di vita e di salute di bambini e donne, riducendo la mortalità, attraverso la costituzione di un Comitato di gestione locale per una visione comunitaria del coordinamento dei servizi sanitari ed educativi.
Video della presentazione del progetto

La scelta definitiva sarà comunicata entro fine gennaio, quando tutte le scuole avranno potuto conoscere – grazie ai loro staff – i dettagli dei cinque progetti e comunicare le loro preferenze.

Per una scelta consapevole e di vera cittadinanza, contribuite con il vostro voto informandovi all'interno degli staff delle vostre scuole!

Vedi anche

Countdown

14 aprile 2018
Ti aspettiamo!

Saremo in più di 10.000 ragazzi e ragazze delle scuole elementari, medie e superiori della provincia di Vicenza, Treviso, Padova, Verona, Trento, Pisa, Lodi e Milano.



TOP